beata madre teresa di calcutta tema madre teresa

Ricerca su Madre Teresa di Calcutta

Postato il Aggiornato il


qui non metto solo la biografia, ma le cose più interessanti per una ricerca o anche per un tema. spero vi sia utile e se vi ha fatto risparmiare mezz’ora di tempo non dimenticate di condividere su fb o twitter. se voleste qualche ricerca o tema scrivete nei commenti. ecco la ricerca:

Madre Teresa di Calcutta, (Skopje 26 agosto 1910 e Calcutta 5 settembre 1997), è stata una religiosa cattolica. Ha fondato la congregazione religiosa delle Missionarie della Carità. Lavorava con i poveri di Calcutta e per le sue opere di pace ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace nel 1979, e il 19 ottobre 2003 è stata proclamata beata da Papa Giovanni Paolo II.

Nel 1948, a trentasette anni, ottenne il permesso di lasciare il convento e andò quindi in India. Inizio subito la sua attività, infatti dopo 3 giorni già aveva costruito una scuola all’aperto.

In 2 anni fa passi da gigante, infatti trova un locale e qui porta tutti i bisognosi, trova una consorella e ottiene nel 1950 il permesso di creare la congregazione religiosa delle Missionarie della Carità.

Durante il 1952 trova una donna che non ha più la forza di lottare per sopravvivere e che si sta facendo rosicchiare le dita dei piedi da alcuni topi e la porta all’ ospedale. Questo evento le fece nascere il desiderio di aiutare i bambini poveri e abbandonati, che spesso trovava nei bidoni della spazzatura.

Quindi da questo momento al 1965 inizia il periodo di azione vera e propria, durante il quale realizza molti progetti, tra i quali spicca la “città” per lebbrosi, dove vanno ad abitare circa 400 famiglie di malati. in questo periodo il suo nome diventa sempre più famoso, esce dall’India e si creano quindi strutture simile alle sue anche in Venezuela.

Nel 1979 riceve il Premio Balzan e il Premio Nobel per la pace, seguiti da molti altri attestati di stima e riconoscenza. Nel 1989 viene proclamata donna dell’anno e il 19 otttobre 2003 Giovanni Paolo II la proclama “beata”.