Ricerca sull’ Olio si Oliva

Postato il Aggiornato il


questa ricerca sull’olio presenta le caratteristiche e i benefici che può portare l’olio d’oliva. Se vi ho fatto risparmiare tempo con questo articolo non dimenticate di commentare e condividere. mettete mi piace alla pagina fb del sito

bottiglia di olio d'oliva
bottiglia di olio d’oliva

L’olio di oliva è un olio alimentare caratterizzato da un contenuto molto elevato di grassi monoinsaturi (acidi grassi caratterizzati dall’avere un solo doppio legame tra tutti quelli presenti tra i vari atomi di carbonio). Nel metodo originale si ricava dalla spremitura meccanica dell’oliva, frutto della specie europaea.

L’ olio do oliva è un prodotto originario della tradizione agroalimentare meditterranea, ma oggi è prodotto anche nelle regioni a clima mediterraneo.

L’olio di oliva racchiude una gamma di prodotti diversi per qualità e caratteristiche, comunemente nel dire olio di oliva si usa una frase generica per definire tutti gli oli derivanti dalla lavorazione dell’oliva. Per questo è molto importante la denominazione di vendita riportata sull’etichetta in caratteri chiari e comprensibili per il consumatore. Infatti esiste anche un tipo di olio di oliva non commestibile (olio di oliva lampante), che se scambiato per olio extra vergine di oliva può procurare danni.

Oltre che come buon protettore delle arterie, l’olio di oliva assume anche grande importanza nella prevenzione del cancro: se ne raccomanda vivamente l’uso nella frittura dei cibi perché il suo punto di fumo è di 140-180° e può raggiungere i 280° senza bruciare grazie alla sua bassa acidità. Nessun altro grasso può uscire indenne da temperature così elevate come esige la frittura.

La teoria delle massaie che ritengono troppo costoso l’uso di olio extravergine per friggere, si può facilmente smontare informandole che, a differenza di altri grassi per frittura, quest’olio, dopo il primo uso, può essere conservato ed adoperato per molte altre volte lasciando ovviamente depositare in fondo al contenitore i residui delle cotture precedenti: nessun altro grasso può garantire più di un’occasione d’uso.

L’ olio di oliva è usato sin dall’antichità, infatti i romani lo usavano per massaggi e per reidratare il corpo, i greci sempre per la cura del corpo e altri popoli per il cibo. Con i Greci le coltivazioni di ulivo divennero sempre più numerose, ma furono i Romani che provarono a coltivare in ogni territorio conquistato questi frutti polivalenti (trascurando in alcuni casi le coltivazioni esistenti dell’Italia meridionale).
In molti casi i Romani ordinarono alle popolazioni conquistate il pagamento dei tributi sotto forma di olio di oliva. Sempre i Romani riuscirono a costruire i primi strumenti per la spremitura delle olive e a perfezionare sempre di più le tecniche per conservare l’olio.

L’ olio di oliva era usato anche come combustibile, infatti nelle catacombe sono stati ritrovati vasetti dediti a contenere l’ olio, che facevano un po’ da moccolotti.

2 pensieri riguardo “Ricerca sull’ Olio si Oliva

    francesca ha detto:
    maggio 12, 2015 alle 2:13 pm

    questo sito è fantastico ed è molto pratico

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...