Ricerca sulla Guerra di Crimea

Postato il Aggiornato il


in questo articolo metto una ricerca sulla guerra di Crimea. se vi ha fatto comodo non dimenticatevi di condividere su fb o twitter alla fine dell’ articolo e di commentare. se volete rimanere aggiornati mettete mi piace alla pagina fb del sito

Carica della brigata leggera.
Carica della brigata leggera.

.

La guerra di Crimea fu un conflitto combattuto, tra il 1853 e il 1856, dall’Impero russo contro l’Impero ottomano e i suoi alleati europei, una coalizione di stati formata da Regno Unito, Francia e Regno di Sardegna.

Intorno al 1850 si iniziò a pensare che l’ Impero Ottomano non fosse più potente, erano quindi tutte in attesa della caduta per spartirsi i suoi territori. Questo tuttavia non poteva che portare alla nascita di tensioni fra le potenze, ognuna desiderosa di espandersi su questi territori. Lo zar Nicola I voleva impossessarsene, quindi cercò di allearsi con l’ Inghilterra, che non diede il consenso, poiché non riteneva credibile un immediato sfacelo della Turchia, anche se la Russia la credeva alleata.

Per tutta la durata del 1853 fervettero i preparativi allo scontro. Quando il 2 luglio 1853, le truppe russe invasero i Principati danubiani di Moldavia e Valacchia, appartenenti all’Impero ottomano, la Gran Bretagna, nella speranza di salvaguardare l’Impero Ottomano, visto come barriera contro l’espansione della potenza russa in Asia, inviò una flotta in prossimità dei Dardanelli, alla quale poi si unì un’altra flotta inviata dalla Francia. Il Sultano dichiarò ufficialmente guerra alla Russia il 23 ottobre 1853.

La regina Vittoria dichiarava ufficialmente guerra alla Russia; pochi giorni dopo lo stesso atto fu compiuto da Napoleone III. L’Austria si limitò ad offrire il suo appoggio diplomatico alla Turchia. La Prussia scelse di rimanere neutrale, lasciando così la Russia priva di alleati.

Vista la situazione, il Regno di Sardegna compì ogni sforzo per unirsi all’impresa e inviò un Corpo di Spedizione, nel 1855, che contava 18.000 soldati. L’esercito sardo fu impegnato in combattimento nella battaglia della Cernaia. Molto alte furono invece le perdite dovute a malattia (colera), circa 2000.

Gli scontri avvennero nei Balcani, nel Mar Baltico, nel Mar Caspio ed in Crimea, sia sulla terraferma che sul Mar Nero, dove le navi anglo-francesi erano entrate ed attaccavano incessantemente. Le numerose sconfitte riportate dalle forze zariste in Crimea e nel Mar Baltico alimentarono le tensioni nel paese, rafforzando le componenti contestatrici dell’opinione pubblica. L’opposizione al governo si fece sentire anche nei ceti più conservatori, tanto da spingere lo Zar a prendere in considerazione i quattro punti di resa propostogli dal conte Buol (Austria) a nome delle forze alleate.
Scontri molto duri, soprattutto dal punto di vista delle perdite umane, da una parte e dall’altra.

Si giunse a nuovi scontri ordinati dal giovane zar Alessandro II, che portarono però solo ad un’ennesima bruciante sconfitta da parte russa. Dopo un anno di assedio la città di Sebastopoli, importante roccaforte russa, venne presa dagli alleati, mettendo così in luce le carenze militari della Russia. Lo svolgimento della guerra e in particolare l’assedio di Sebastopoli furono seguiti per la prima volta dall’opinione pubblica europea grazie al telegrafo. Il conflitto si chiuse solamente nell’anno 1856, quando ad Alessandro II non rimase altra alternativa se non quella di tirar fuori il proprio paese da un conflitto dal quale non sarebbe mai potuto uscire vincitore. Le perdite di uomini ammontarono a circa 370.000 unità (le perdite totali delle forze in campo compresi i civili ammontarono a circa 1.000.000 di unità). Una epidemia di colera scoppiata nella regione aveva inoltre falcidiato la popolazione, non risparmiando neppure le truppe e le casse dello Stato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...