Tema sulla Poesia di Ungaretti: Dormire

Postato il Aggiornato il


spero che questo articolo vi aiuti e vi faccia risparmiare tempo, se così fosse condividete l’articolo alla fine con i bottoni su fb o twitter, non esitate a mandarci i votri scritti nei commenti o alla mail (tuttoperlascuola.com.gmail.com), che saranno pubblicati con il vostro nome o con un nick name e accanto ad esso posso mettere un vostro sito, blog o altro che volete pubblicizzare (pagina di fb o twitter per esempio). a proposito, qui il link della pagina fb del blog. di seguito ecco il tema:

ci preciso a dire che è un tema fatto da me, quindi ci sono opinioni personali che potreste non condividere.

Vorrei imitare
questo paese
adagiato
nel suo camice
di neve.”

Dormire è un delle poesie più belle di Ungaretti. Essa è basata sull’accostamento della sua persona ad un paesino ricoperto dalla neve. Il poeta scrive “Dormire” durante la 1^ guerra mondiale, nel 1916.

La data e il contesto storico sono fondamentali per comprendere questa breve ma profonda poesia. La guerra infatti aveva toccato nel profondo Ungaretti, che vivendola sulla sua pelle non la vedeva più come un insieme di gesta eroiche, di imprese memorabili, ma come sofferenza, morte e struggimento dell’anima. In trincea Ungaretti in

Giuseppe Ungaretti
Giuseppe Ungaretti

fatti non aveva un momento di pace, doveva sempre stare attento e vigile ai pericoli. I suoi sentimenti sono ben descritti nella poesia Soldati, nella quale paragona per l’appunto i soldati a delle foglie d’autunno. L’unico momento di pace, a detta del poeta, era il breve momento dell’alba, come scrive nella poesia Mattina, nella quale in pochissime parole fa comprendere egregiamente le sue sensazioni sulla nascita del sole vista dalla trincea.

Dormire rappresenta quindi il desiderio del poeta di pace interiore: calma, serenità e protezione. La neve adagiata delicatamente su di un paesino richiama perfettamente questi sentimenti, poich

é il manto di neve ovattato, soffice e delicato unito alla calma tipica dei paesini, evocano l’immagine di serenità, pace e di armonia con se stessi.

Per quanto mi riguarda il poeta è riuscito perfettamente nel suo intento, infatti sono state proprio le emozioni sopra elencate le prime che ho provato.

Ammiro molto Ungaretti, con la sua capacità di esprimersi in modo breve e conciso riuscendo al contempo ad essere chiaro e a suscitare un mare di emozioni. Apprezzo notevolmente questa capacità, che da vita a poesia sempre più belle, in grado di farci arrivare nei posti più remoti del nostro “io”, nel cosiddetto “porto sepolto”.

5 pensieri riguardo “Tema sulla Poesia di Ungaretti: Dormire

    matteo ha detto:
    maggio 22, 2013 alle 2:19 pm

    Ho semplicemente aggiunto il tuo feed all’RSS Reader… continuo a seguirvi, Grazie!

      tigersteel99 ha risposto:
      maggio 27, 2013 alle 8:43 pm

      mi fa molto piacere, spero che il blog ontinui ad essere di tuo gradimento!

    acute kidney failure ha detto:
    giugno 24, 2013 alle 4:13 pm
    Johnf661 ha detto:
    novembre 2, 2014 alle 1:40 am

    Im not that much of a online reader to be honest but your blogs really nice, keep it up! I’ll go ahead and bookmark your site to come back later. All the best kedfdfcedkfb

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...